Calhanoglu, gol nel derby e polemiche. Dalla curva del Milan uno striscione choc

Che per Hakan Calhanoglu il derby di Milano non fosse una partita come un’altra era evidente. L’ex milanista sapeva che l’accoglienza di San Siro nei suoi confronti sarebbe stata infuocata. Dopo i fischi a Gigio Donnarumma, i tifosi del Milan non si sono dimenticati nemmeno di Calhanoglu, accusato di tradimento dopo aver abbandonato Pioli e compagni e aver scelto la squadra dei «cugini» nero azzurri. Durante la partita, però, Hakan ha avuto subito la possibilità di vendicarsi: facendo gol. Il rigore realizzato al 10′ non ha lasciato indifferenti i milanisti e soprattutto la sua esultanza subito dopo la rete del momentaneo vantaggio.

 

Leggi anche > Maradona jr contro la maglia del Napoli: «L’immagine di papà senza mio consenso, agirò per vie legali»

 

 

E a un giorno da quel derby che avrebbe potuto regalare il primato in classifica al Milan, la Curva Sud dedica uno striscione al turco. «Il coraggio non è calciare un rigore al decimo minuto, ma restare con tu moglie anche quando sei cornuto. Uomo di me**a».

 

 

Mentre Calhanoglu sui suoi social dichiara: «Sono Hakan, sono l’Inter», i tifosi milanisti dedicano parole non proprio d’amore al giocatore nerazzurro. L’ex beniamino rossonero, adesso acerrimo nemico, ha sicuramente fatto infuriare tutti i milanisti con la sua esultanza. Quell’esultanza, dopo il rigore segnato, non è proprio è andata giù alla curva rossonera e, quindi, ha rispolverato una storia di gossip che anni fa vide protagonista proprio il centrocampista turco.

 

Qualche anno fa infatti, all’inizio dell’avventura di Calhanoglu con la maglia del Milan, il turco e sua moglie – insieme dai tempi in cui giocava in Germania – si separarono per qualche mese, con tanto di polemiche social, proprio nel periodo in cui la signora era rimasta incinta. Da allora, sui social, si sono rincorse per anni le voci mai confermate su un presunto tradimento ai danni dell’ex numero 10 del Milan, voci che i tifosi del Milan, per attaccare il “traditore”, non hanno esitato a cavalcare negli ultimi mesi sui social, scottati dalla firma di Calhanoglu per gli odiati rivali cittadini. E anche lo striscione della curva ricalca il medesimo argomento.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 8 Novembre 2021, 22:12



© RIPRODUZIONE RISERVATA