Cosa sta succedendo sui mercati Da Investing.com

© Reuters.

Di Geoffrey Smith

Investing.com – Nel caso Evergrande (HK:), la banca popolare cinese seda i nervosismi sul mercato dei capitali. Negli Usa, i legislatori democratici s’incontreranno il rinvio del voto sul pacchetto infrastrutturale da $ 1,2 trilioni. I prezzi del gas naturale hanno raggiunto il massimo da sette anni, mentre il rivede i prezzi del 2018. Le azioni europee sono in positivo dopo le elezioni tedesche, così come i futures Usa. Ecco i principali market mover di lunedì:

1. Ci pensa la PBoC

La banca centrale cinese ha affermato che manterrà i mercati finanziari ampiamente riforniti di liquidità e ha promesso uno sviluppo “sano” nel mercato immobiliare del paese, all’inizio di una settimana in cui China Evergrande affronta un altro pagamento in dollari e altri sviluppatori immobiliari stanno mostrando segni di fatica.

La People’s Bank of China ha iniettato altri CNY100 miliardi (circa 15 miliardi di dollari) nel mercato monetario, il doppio dell’iniezione di venerdì.  Le azioni di Evergrande (HK:) a Hong Kong sono aumentate del 7,6% dopo che la controllata di veicoli elettrici della società ha annullato una vendita di azioni pianificata. Tuttavia, le azioni della Sunac quotata a Hong Kong sono crollate dopo aver chiesto aiuto a un governo locale che aveva limitato il suo programma di vendita.

2. I dem Usa litigano 

La Camera bassa statunitense ha rinviato a giovedì il voto sul disegno di legge da 1,2 trilioni di dollari proposto da un gruppo bipartisan di legislatori. I democratici liberali hanno nuovamente insistito per legarlo al più ampio disegno di legge da 3,5 trilioni di dollari su welfare e transizione energetica, con incontro chiave previsto per oggi.

Il fallimento dei Dem nell’unirsi attorno a una posizione comune arriva sullo sfondo delle discussioni per il tetto del debito. Per fermare la chiusura del governo federale è necessario un accordo entro venerdì, ma i senatori repubblicani potrebbero bloccare un disegno che estende i finanziamenti del governo per altri due mesi.

3. Vince l’SPD

L’azionario europeo beneficia dei risultati elettorali tedeschi, che hanno visto la vittoria dei socialdemocratici guidati dall’attuale ministro delle finanze Olaf Scholz (25,7%). Il centrodestra vedovo della Merkel ha invece registrato il calo più ampio della sua storia portando a sé solo il 24,1% delle preferenze.

A metà scambi, il  avanza dello 0,4%, il  guadagna lo 0,3%, il  segna il +0,1%, mentre l’ è in positivo dello 0,3%. 

C’è stato sollievo per la scarsa performance del partito di estrema sinistra Die Linke, che i precedenti sondaggi d’opinione che avevano suggerito una possibile coalizione con SPD e Verdi. Alla luce degli ultimi poll, per la formazione del nuovo governo sarà necessario il coinvolgimento dei Liberal Democratici, che hanno ottenuto circa l’11% dei voti. Le discussioni trai gruppi parlamentari, secondo molti osservatori, potrebbero richiedere molte settimane. 

4. Greggio ai massimi pluriennali

I prezzi del greggio sono saliti ai massimi dall’ottobre 2018, mentre i sono aumentati di un altro 4,1% ai massimi dal 2014, tra le crescenti preoccupazioni per uno squilibrio tra domanda e offerta globale, con l’emisfero settentrionale che sta entrando nella stagione invernale.

I prezzi del gas naturale sono dettati da un lato dalla concorrenza tra l’Europa e la Cina e altri acquirenti asiatici, dall’altro per i rifornimenti nordamericani di gas naturale liquefatto (GNL). L’impennata dei prezzi ha anche fatto salire i prezzi del carbone in Asia, aggiungendosi ai problemi dei produttori cinesi di energia.

La diffusa carenza di energia elettrica in tutta la Cina settentrionale infligge un altro colpo rallentamento dell’economia cinese debba affrontare un doppio colpo, insieme ai suoi problemi immobiliari.

Verso le 14:00 CEST, i futures sul greggio USA sono aumentati dell’1,5% a $75,05 per barile, mentre i future sul Brent sono aumentati dell’1,5% a $78,47.

3. Futures contrastati a WS

Wall Street è vista a due velocità sui timori per il contesto politico degli Stati Uniti, in una settimana che sarà critica in ottica di un possibile shutdown. Lato Usa-Cina, ci sono segnali di distensione tra le due potenze, dopo che il Cfo di Huawei è stato rilasciato dalla custodia cautelare in Canada e autorizzato a tornare in Cina.

Al momento, i futures indicano il in aumento di 70 punti, lo in ribasso di appena 5 punti, e il in rosso di 90 punti. 

Lato macro, attenzione ai dati sugli e ai discorsi del presidente della Federal Reserve di New York John Williams e del membro del Fomc Lael Brainard.