Hongqi E-HS9 2021: quando l’ammiraglia cinese assomiglia ad una Rolls

Il Suv elettrico della casa orientale trae fin troppe ispirazioni dalle linee della Cullinan: il suo designer Giles Taylor ora lavora proprio per l’azienda con sede a Changchun

Fondato nel 1958, Hongqi è da sempre il brand automobilistico cinese associato alla alta rappresentanza. Non a caso in patria è stato ribattezzato “la Rolls-Royce della Cina”. E proprio da uno dei modelli più celebri del lussuoso brand inglese di proprietà Bmw, la Cullinan, sembra trarre forte ispirazione la E-HS9, già presentata in Cina e prossima allo sbarco anche in Europa. Il brand di proprietà Faw non è nuovo ad operazioni simili, basti pensare che a listino ci sono diversi modelli chiaramente ispirati a quelli dei brand premium tedeschi e britannici. La Hongqi E-HS9 è l’ultimo della lista. Nasce infatti dalle linee disegnate dall’ex Rolls-Royce e Responsabile del progetto Cullinan Giles Taylor, ora a capo del design di Hongqi.

Hongqi E-HS9: caratteristiche

—  

la E-HS9 è un maxi-Suv elettrico che misura 5.209 mm in lunghezza, 2.010 in larghezza e 1.713 in altezza. I richiami alla Cullinan sono evidenti nello sviluppo verticale del frontale, caratterizzato da una grossa griglia adiacente ai gruppi ottici molto sottili. Gli interni, dal forte impatto scenografico, puntano sul digitale grazie ad una serie di display estesi per tutta la larghezza della plancia, mentre finiture e rivestimenti in eco-pelle si scostano dagli standard europei più elevati. Il power-train è composto da due motori elettrici per una potenza complessiva di 326 Cv, chiamati a muovere una massa pari a 2.610 Kg. L’autonomia massima garantita dal pacco batterie da 99 kWh tocca i 465 km. Le prestazioni indicano 4,9 secondi nello sprint 0-100 km/h e velocità massima di 200 km/h. Il prezzo in Norvegia, unico paese europeo dove al momento è commercializzata, supera di poco gli 85.000 euro.