in Inghiterra lunedì i bambini delle elementari potranno entrare in ritardo. E i lavoratori…

In Inghilterra gli alunni delle scuole elementari potranno entrare in ritardo il giorno dopo la finale di Euro 2020. Le scuole hanno avvisato i genitori che lunedì i loro figli non saranno “puniti” se entreranno più tardi rispetto all’orario previsto, dopo aver visto la partita fra Inghilterra e Italia, che decreterà la squadra vincitrice del torneo.

 

 

Leggi anche > Euro2020, prende giorno di malattia e va allo stadio: il capo la vede in tv e la licenzia

 

 

 

La febbre da Europeo si avvicina e le scuole primarie in Inghilterra, come spiega il “Telegraph”, permetteranno lunedì agli alunni di entrare più tardi per potersi gustare la finale di Euro 2020 con l’Italia. La decisone viene a seguito dell’invito che Downing Street ha rivolto ai datori di lavoro, chiedendo di essere flessibili sull’orario di ingresso o addirittura di concedere un giorno libero qualora la nazionale vincesse la competizione.  La partita infatti dovrebbe durare fino alle 22:00 nei 90 regolamentari minuti di gioco, ma potrebbe protrarsi fino alle 23 e oltre in caso di supplementari e rigori.

 

 

Con un video il centrocampista inglese Declan Rice ha fatto una sorpresa ai piccoli studenti della scuola Little Parndon di Harlow, nell’Essex: «Volevo solo farvi sapere che il signor Evans vi farà arrivare tardi lunedì mattina dopo la partita di domenica. Grazie a tutti per il supporto, lo apprezziamo davvero e spero di potervi vedere presto tutti un giorno!». Broseley Primary a Dark Lane, Broseley, Shropshire, è una delle tante scuole del Regno che hanno permesso l’ingresso ritardato: «Potresti aver notato che l’Inghilterra ha raggiunto una finale importante per la prima volta in 55 anni – ha scritto in un messaggio pubblicato online il preside Sam Alston –  Parlando con i genitori dei nostri studenti, abbiamo saputo che molti ragazzi resteranno in piedi per guardarla. Pertanto, puoi portare tuo figlio a scuola fino alle 10 del lunedì mattina e non verrà considerato come un ritardo. Speriamo che questo significhi che i bambini (e i genitori) possano stare un po’ più a lungo a letto e non saranno stanchi ed emozionati per tutto il giorno…».

 

Il personale della St Mary’s Catholic School di Newton Aycliffe, nella contea di Durham, ha fatto sapere ai genitori che preferirebbe avere in classe bambini riposati e pronti per imparare piuttosto che assenti o “scontrosi”: «Se tuo figlio è un appassionato di calcio e probabilmente starà alzato fino alle 23:00 di domenica per guardare la finale – hanno fatto sapere dalla scuola in una lettera indirizzata ai genitori –  allora lascialo stare a letto un po’ più a lungo e arriva a scuola entro le 10:30. Il lunedì preferiremmo avere i bambini riposati e a scuola pronti per imparare, piuttosto che assenti tutto il giorno o scontrosi! Sono passati 55 anni da quando l’Inghilterra ha raggiunto una grande finale di calcio, quindi lasciali guardare, parlare dell’importanza dell’inno nazionale, parlare di orgoglio e resilienza e possibilmente delusione. Questa è un’opportunità di apprendimento».

 

Nel frattempo il Trades Union Congress (TUC) ha sottolineato che la partita è “momento storico” per il paese e ha esortato i capi a offrire ai dipendenti un ingresso ritardato o l’intera giornata libera per curare i postumi di una possibile sbornia. Frances O’Grady, segretario generale del sindacato, ha dichiarato: «I capi dovrebbero parlare con il loro personale di accordi di lavoro flessibile prima di lunedì mattina, magari consentendo loro di iniziare più tardi e di recuperare il tempo in seguito. E anche i capi dovrebbero mostrare flessibilità nei confronti dei 2,2 milioni di lavoratori che lavorano di domenica, molti dei quali lavoratori chiave. In tanti vorranno vedere la partita e questo gli dovrebbe essere concesso».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 9 Luglio 2021, 23:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA