Inter, Antonello: ‘Dispiace la diffidenza. Brozovic pedina fondamentale’

Le parole dell’amministratore delegato nerazzurro a “Tutti Convocati”: “La società vuole mantenere alto il livello della rosa, il nostro è un progetto a medio-lungo termine. Speriamo nel passaggio del turno in Champions. Nuovo San Siro? Obiettivo 2027”

“La società e la dirigenza stanno lavorando su un base di medio-lungo termine”. Parola di Alessandro Antonello, amministratore delegato dell’Inter che garantisce sulla solidità del progetto di Suning: “A noi manager dispiace essere circondati da questa diffidenza, il presidente Zhang lo sentiamo regolarmente – spiega Antonello a “Tutti Convocati” – La diffidenza purtroppo viene anche dagli stessi interisti, ma l’impegno profuso dalla proprietà è dimostrato dagli investimenti fatti e dal fatto di aver costruito una squadra competitiva che ha portato lo scudetto in bacheca dopo 11 anni. Il fatto di rinnovare giocatori importanti dimostra che si vuole mantenere alto il livello della rosa“. Tra i rinnovi in cantiere per l’Inter c’è quello di Marcelo Brozovic che ha un contratto in scadenza il prossimo giugno: “Il rapporto è ottimo con i nostri giocatori, dobbiamo riconoscere i risultati portati dalla squadra negli ultimi due anni. Bisogna riconoscere ciò che i ragazzi hanno portato, le performance devono essere remunerate adeguatamente. Chiaro che la pandemia porti a fare riflessioni, ma i contratti devono essere rispettati. Brozovic è fondamentale, viste le capacità dimostrate negli anni: è una pedina strategica per noi“.

“Campionato avvincente. Champions? Speriamo nel passaggio”

leggi anche



Inter a -7, la rimonta è possibile? I precedenti

Soffermandosi sul campo, l’amministratore delegato nerazzurro ha spiegato quanto la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League possa essere importante dal punto di vista finanziario: “È un qualcosa che aspettiamo da tanto tempo – ammette – ci auguriamo che Inzaghi ci faccia sognare un passaggio del turno che ha tante implicazioni finanziarie. Speriamo sia l’anno buono”. Sul fronte campionato, invece, Antonello ha parlato della lotta scudetto: “Milan e Napoli sono forti, è un campionato avvincente. Da tifoso mi auguro che l’Inter possa lottare fino alla fine. In maniera scaramantica, non voglio dire per quale obiettivo”.

“Nuovo San Siro, obiettivo 2027”

leggi anche



Nuovo San Siro, da Comune ok a pubblico interesse

Tra i temi affrontati da Alessandro Antonello c’è anche il nuovo stadio San Siro che potrebbe essere pronto nel 2027: “Ora si devono aprire i tavoli tecnici perché nell’atto della delibera ci sono stati alcuni cambiamenti – spiega – quindi si dovranno riaprire i tavoli di lavoro. Siamo soddisfatti anche per la città, non solo per i club. A oggi, se non incorriamo in intoppi particolari, l’obiettivo è arrivare al 2027. La fase 2 inizierebbe a valle, dal 2027 in avanti per ulteriori tre anni; è un progetto ad ampio respiro. L’obiettivo primario è avere lo stadio, ci auguriamo sia una data fattibile”.