Inter: Correa punta l’Atalanta, Vidal salta anche lo Shakhtar. Barella ok

Nessun problema per l’azzurro, la borsa del ghiaccio di Firenze è prassi. Il Tucu migliora, domani il via libera. Contro Gasp Inzaghi non cambia

Joaquin Correa corre verso l’Atalanta. Il Tucu anche oggi ha svolto lavoro personalizzato dopo la dolorosissima botta al bacino che lo ha costretto a lasciare il campo sabato scorso contro il Bologna, però il dolore sta passando e tra domani e dopo Inzaghi conta di riaverlo in gruppo per averlo a disposizione nel derby nerazzurro.

Ottimismo

—  

Gli esami effettuati sabato sera hanno escluso lesioni, ma il dolore ha impedito all’argentino di allenarsi e quindi non è stato rischiato per Firenze. Si vuole evitare che correndo male per preservare la parte dolente l’attaccante incorra in problemi muscolari. La situazione verrà monitorata ora per ora, ma c’è un certo ottimismo per il suo rientro.

Anche Alexis

—  

Correa contro l’Atalanta non partirebbe comunque dal 1′, ma sarebbe un’arma pesante a gara in corsa per far rifiatare Dzeko e Lautaro, spremuti nelle prime sei uscite stagionali. Ora però nell’arco di Inzaghi c’è anche Sanchez, che a Firenze ha giocato il secondo spezzone di seguito e dopo il problema al gemello che lo bloccava da luglio sta ritrovando la condizione. “Il leone piano piano sta tornando a ruggire” ha postato Alexis, destinato a una staffetta in infermeria col connazionale Vidal.

Vidal e il Cile

—  

Arturo infatti è fermo per un problema muscolare alla coscia destra che gli farà saltare quasi sicuramente anche l’impegno di martedì in Champions contro la Shakhtar di De Zerbi. Vidal potrebbe tornare disponibile col Sassuolo, prima della sosta per la nazionale cui comunque difficilmente rinuncerà anche se non dovesse farcela per il Mapei Stadium.

Posto di blocco

—  

Oltre ad Eriksen, l’unico altro indisponibile è Sensi. Dopo la distrazione al legamento collaterale mediale del ginocchio destro, il fantasista migliora ma è ancora limitato a terapie, palestra e poco lavoro sul campo. Se ne riparlerà dopo la sosta. Ci vuole ben altro invece per fermare Barella. Una borsa del ghiaccio sulla coscia destra dopo la sostituzione al Franchi aveva fatto scattare un mini allarme. Ma questa operazione è quasi prassi per tanti giocatori. Capitan futuro è inevitabilmente affaticato visto che tra Nazionale e club gioca sempre, ma per fermarlo ci vuole un posto di blocco. Contro l’Atalanta guideranno ancora lui e Brozovic, con Calha mezzala sinistra. Intoccabili difesa e attacco, Darmian e Perisic sono favoriti sulle fasce.