Inter, rinnovo di Brozovic la priorità. Onana bloccato. Le news di calciomercato

L’Inter sfrutta la sosta per riposarsi e preparare al meglio le prossime sfide in campionato e in Europa. Dopo le prime dodici giornate, la squadra di Simone Inzaghi occupa attualmente il terzo posto e insegue Napoli e Inter in vetta, mentre in Champions League le cose si sono messe meglio dopo la doppia vittoria ottenuta contro lo Sheriff. Così come la squadra, anche la società si sta lasciando alle spalle le settimane delicate vissute soprattutto in estate, e sta ritrovando serenità e possibilità di manovra in termini di mercato: già ufficializzati i rinnovi di Lautaro Martinez e Nicolò Barella, adesso l’Inter ha l’obiettivo di rinnovare il contratto anche di Marcelo Brozovic. I rinnovi sono in questo momento l’obiettivo primario del club nerazzurro che comunque sta dando dimostrazione di poter agire anche per qualche movimento in entrata: è il caso di quel tipo di operazioni che riguardano i calciatori in scadenza di contratto e che quindi possono arrivare a costo zero. Un nome su tutti: André Onana, il portiere camerunese classe 1996 dell’Ajax (la cui squalifica per doping è appena scaduta) il cui contratto scadrà il prossimo giugno e che l’Inter ha già bloccato. Servirà aspettare ancora del tempo per poter sottoscrivere l’intesa, ma il fatto di aver bloccato un giocatore significa e dimostra la possibilità per la società nerazzurra di poter intervenire sul mercato. 

Cosa aspettarsi dal mercato di gennaio dell’Inter

leggi anche



Inter a -7, la rimonta è possibile? I precedenti

Come fatto notare dal direttore sportivo del club nerazzurro, Piero Ausilio, in occasione del match di Champions League contro lo Sheriff, la linea dell’Inter in chiave mercato è quella di dare continuità al gruppo con cui Inzaghi ha preparato il campionato, tenendo sempre un occhio pronto qualora si presentassero occasioni da sfruttare per rinforzare la rosa (come può essere appunto il caso di Onana) e blindando i propri giocatori preziosi. Un pensiero sicuramente in linea con il desiderio dei tifosi, che non vorrebbero più vedere partire i propri gioielli nelle finestre di mercato, come accaduto – per necessità – la scorsa estate con Hakimi e Lukaku.