McGregor Mourinho, cena e maglia della AS Roma in regalo

Cena romana con vista sui Musei Vaticani per il campione MMA, che incontra Mourinho e affida a Instagram tutto il suo entusiasmo: “Rispetto questo uomo, è una leggenda”. Lo Special One ricambia donandogli una maglia della Roma con il numero 10 e il nome Conor

MOU RITROVA LA JUVENTUS: I PRECEDENTI

Metti un campione Mma e uno degli allenatori più vincenti del mondo insieme a cena. È successo a Roma, con protagonisti Conor McGregor e José Mourinho. A raccontare l’incontro con lo Special One è stato lo stesso McGregor, in Italia da qualche giorno per il battesimo di suo figlio in Vaticano. Venerdì sera il 33enne irlandese ha conosciuto a cena Mourinho e non ha nascosto l’entusiasmo, testimoniando l’incontro sui social.  “Rispetto questo uomo, è una leggenda“, ha scritto McGregor pubblicando una loro foto insieme. Un incontro seguito da un regalo: la maglia numero 10 della Roma con il nome Conor sulle spalle, donata da Mou. I due hanno anche gustato un bicchiere di whisky sulla terrazza dei Musei Vaticani, in uno dei punti più suggestivi della Capitale.

McGregor e Mourinho sorridenti a Roma – Instagram

McGregor, l’atleta più pagato al mondo

approfondimento



Atleti più pagati nel 2020, McGregor supera Messi

Un riconoscimento sincero da parte di chi, secondo Forbes, è l’atleta più pagato al mondo con un patrimonio di 180 milioni di dollari. Nella foto postata da McGregor insieme a Mou ci sono decine di trofei: ai 25 conquistati da allenatore da Mourinho, vanno sommate le vittorie di McGregor. L’irlandese combatte per la federazione statunitense Ultimate Fighting Championship, nella quale è stato campione dei pesi leggeri e dei pesi piuma. In precedenza, è diventato il primo lottatore nella storia della UFC a detenere contemporaneamente due titoli mondiali.


La maglia della Roma regalata a McGregor da Mou – Instagram

Le tappe romane di McGregor

Quando si sposta, McGregor lo fa da vera star. Lo hanno dimostrato le giornate trascorse a Roma, dove è arrivato insieme alla storica compagna Dee Devlin e al resto della famiglia martedì notte con un volo privato da Miami. Il campione MMA ha visitato San Pietro e i Giardini Vaticani, prima di essere sommerso dall’entusiasmo della folla nel corso di una passeggiata tra via del Corso e piazza di Spagna, dove è stato scortato da quattro bodyguard. Per McGregor si è trattato della prima visita in Europa,dopo la sconfitta contro Dustin Poirier, maturata a luglio quando si procurò anche una brutta frattura della gamba.