Nba Covid, da Giannis a Harden, tutti i giocatori fuori per coronavirus

Il coronavirus torna a far paura alla Association: squadra per squadra, tutti i giocatori contagiati

I contagi si moltiplicano. E non risparmiano nessuno. Nemmeno Giannis Antetokounmpo, l’mvp delle Finals ultima star a finire nel protocollo Covid. Sì, perché il coronavirus è tornato prepotentemente a bussare alla porta della Nba, con oltre 30 giocatori (e due coach, Rick Carlisle di Indiana e Alvin Gentry di Sacramento) attualmente nel protocollo Covid nonostante la percentuale di vaccinati superi il 97% e più di 200 giocatori si siano già sottoposti alla terza dose.

protocollo

—  

La situazione più grave è a Chicago. I 10 giocatori nel protocollo, comprese le star DeMar DeRozan e Zach LaVine, hanno convinto l’Nba a rinviare due partite dei Bulls, le prime del 2021-22 a saltare per Covid. Sembra un numero marginale rispetto alle 31 rinviate lo scorso anno, ma a differenza di questa stagione nel 2020-21 l’Nba aveva previsto una pausa a metà anno e un calendario flessibile in cui riprogrammare le partite rinviate. L’aumento vertiginoso dei casi (triplicati nell’ultima settimana) è lo specchio della situazione che stanno vivendo gli Usa. E di un protocollo allentato rispetto a quello rigido della passata stagione. Adesso i test quotidiani per le squadre vaccinate al 100% (com’erano i Bulls o come sono i Brooklyn Nets, che in 24 ore hanno perso 7 giocatori per il protocollo, compreso James Harden) scattano solo in caso di contagi o di malattie con sintomi simili a quello del Covid, impedendo di fatto quell’isolamento preventivo così importante nella lotta della Association al virus. Rispetto alla passata stagione, per i giocatori vaccinati non c’è più l’obbligo di isolamento preventivo in caso di contatto ravvicinato con una persona preventiva. Un colpo di coda del Covid era stato preventivato da lega e associazione giocatori per l’inverno, ma la situazione sta rapidamente diventando complicata. Il protocollo prevede che in caso di positività un giocatore rimanga fuori almeno 10 giorni, o fino a quando non riesce a produrre due tamponi negativi a distanza di 24 ore. Squadra per squadra, ecco chi sono i giocatori finiti nel protocollo.

7

BROOKLYN NETS

Nel protocollo: 7. Millsap, Aldridge, Bembry, Carter, Johnson, Harden, Brown.
Casi precedenti: Nessuno, questo focolaio è il primo caso della stagione.

10

CHICAGO BULLS

Nel protocollo: Green, White, DeRozan, Thomas, Jones, Dosunmu, S. Johnson, LaVine, Brown, A. Johnson.
Casi precedenti: Nikola Vucevic ha saltato 7 partite per Covid a novembre