Pioli dopo Fiorentina Milan: ‘Dobbiamo sentire il dolore per questa sconfitta’. Video

L’allenatore rossonero dopo il ko contro la viola: “Anche dopo questa sconfitta sono convinto di allenare una squadra davvero forte. Gli episodi ci hanno portato a questo risultato. Perdere fa male, così come subire quattro gol. Rinnovo? Quando sarà il momento si farà”

FIORENTINA-MILAN 4-3, GOL E HIGHLIGHTS

Dopo dodici risultati utili consecutivi è arrivata la prima sconfitta stagionale per il Milan. Il 4-3 contro la Fiorentina ha interrotto la marcia dei rossoneri, ma per Stefano Pioli il risultato del Franchi deve essere un punto di partenza: “Dobbiamo sentire il dolore di questa sconfitta, ma anche dopo questo ko sono convinto di allenare una squadra davvero forte – spiega l’allenatore rossonero – Perdere fa sempre male, così come subire quattro gol. Forse senza il quarto gol potevamo recuperare la partita. Anche i giocatori sanno che prendere quattro gol sono troppi. Perdere fa sempre male, anche a Firenze. Poi per me è sempre una partita speciale quella contro la Fiorentina”.

“Sconfitta frutto degli episodi”

leggi anche



Poker viola, al Franchi il primo ko del Milan: 4-3

Nell’analisi del match Pioli si è soffermato su ciò che, secondo lui, ha deciso il match: gli episodi. “Nel primo tempo abbiamo giocato bene, non dovevamo essere sotto di due gol – racconta – Noi non abbiamo segnato, loro hanno fatto due gol. Anche nel secondo tempo non abbiamo fatto male, ma è stata più una prestazione di carattere perché non volevamo perdere la prima partita in campionato. Sono gli episodi che ci hanno portato a questa sconfitta. Sui gol subiti dovevamo fare meglio e nel primo tempo dovevamo fare almeno un gol. Non siamo stati lucidi e attenti per portare a casa almeno un risultato positivo”. Dagli errori di Firenze il Milan dovrà cercare di ripartire e l’occasione arriverà già mercoledì con il match in Champions contro l’Atletico Madrid: “I ragazzi sanno i messaggi di questa sconfitta – spiega Pioli – Da domenica penseremo alla Champions. Non so quante possibilità avremo di qualificarci, ma vogliamo vincere una grande partita“. 

“Rinnovo non è un problema, non ho fretta”

leggi anche



Tatarusanu, papera sull’1-0 di Fiorentina-Milan

Un altro tema riguarda il rinnovo di Stefano Pioli, il cui contratto scadrà la prossima estate. Per l’allenatore, però, non è una priorità: “Quando sarà il momento si farà – conclude – Non è mai stato un problema per me, non ho fretta. Sono deluso per stasera, ma questa sconfitta ci farà bene. Abbiamo le possibilità per fare meglio. Anche in una sconfitta ho visto una squadra che ha carattere, personalità e giocatori forti. Lotteremo fino alla fine per i primi posti“.