Premier – Everton-Crystal palace 3-2, la rimontona vale la salvezza

I Toffees ribaltano lo 0-2 iniziale e festeggiano la permanenza nel massimo campionato inglese. Il Burnley non va oltre l’1-1 con l’Aston Villa, ora è sfida a due col Leeds per evitare la Championship. Pari Chelsea col Leicester

Novanta minuti di batticuore, prima del gol di Calvert-Lewin e la salvezza con una giornata d’anticipo. Sotto di due gol a fine primo tempo, l’Everton di Frank Lampard rimonta clamorosamente il Crystal Palace, vince 3-2 e si porta a +4 sul Leeds conquistando aritmeticamente la permanenza in Premier League. A tre giorni dall’ultimo turno di campionato, sono scesi in campo anche Chelsea e Aston Villa, rispettivamente impegnati nei recuperi contro Leicester e Burnley. Tra i Blues e le Foxes finisce 1-1, con reti di Maddison e Marcos Alonso: Azpilicueta e compagni blindano così il terzo posto in classifica, portandosi a +3 dal Tottenham di Conte. I Clarets, invece, si fanno riprendere dopo il vantaggio di Barnes e sprecano l’occasione di allungare sul terzultimo posto.

CHELSEA-LEICESTER 1-1

—  

Dopo la sconfitta in finale di FA Cup contro il Liverpool, la squadra di Tuchel pareggia contro il Leicester a Stamford Bridge. In campo con Kantè e Jorginho a centrocampo e il tridente composto da Ziyech, Lukaku e Pulisic in avanti, i Blues vanno sotto dopo 6’: Maddison raccoglie palla sulla trequarti e la spedisce alle spalle di Mendy, costringendo il Chelsea a inseguire già in avvio di gara. I londinesi rispondono con Ziyech e Lukaku, più volte pericolosi, però la rete del pareggio arriva al 34’ con una volèe di Marcos Alonso, pescato in area da Reece James. Nella ripresa, Jorginho e compagni spingono senza trovare la via del gol. Alla mezzora Mount sbaglia un gol già fatto dopo un assist al bacio di Lukaku, poi Pickford nega il 2-1 a Ziyech, James, Rudiger e Chalobah.

LOTTA SALVEZZA

—  

Everton e Burnley affrontano Crystal Palace e Aston Villa, per tentare di allungare sul Leeds, terzultimo in classifica e senza gare da recuperare. I Toffees riescono nell’impresa, vincendo 3-2 dopo l’iniziale doppio svantaggio: nel primo tempo Richarlison prova a trascinare i suoi, ma le reti di Mateta (colpo di testa) e Ayew (bravo a girarsi dopo una respinta in area) sembrano condannare la squadra di Lampard al ko. La musica cambia all’inizio della ripresa, con Keane che accorcia le distanze, servito dal collega Holgate, sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il guizzo del pareggio, arrivato al 75’, porta la firma di Richarlison, mentre il gol-salvezza lo segna Calvert-Lewin a 5’ dalla fine, con un colpo di testa su punizione di Gray. Spreca invece una ghiotta occasione il Burnley, che a fine primo tempo passa in vantaggio con un rigore di Barnes (per fallo di Buendia). Proprio il numero 10 dell’Aston Villa segna l’1-1 in seguito a un grande inserimento, mentre al 70’ l’arbitro concede qualche secondo di speranza ai Clarets: un sospetto fallo di mano di Digne potrebbe regalare agli ospiti un prezioso penalty, ma in seguito al consulto del var risulta tutto regolare. Finisce 1-1 e il Burnley è ora diciassettesimo, a pari punti con il Leeds. La lotta salvezza si deciderà, dunque, nell’ultima giornata di campionato.