Superbollo, è retromarcia: resta la tassa sulle auto con oltre 252 Cv

Cade in commissione Finanze e Lavoro del Senato la proposta di eliminare la supertassa per le vetture più potenti, soggette alla tassazione di 20 euro per ogni kW eccedente la soglia di 185 kWh

Il superbollo sulle auto più potenti rimane al suo posto, nessuna cancellazione come era stato ipotizzato con un emendamento al Decreto fiscale cancellato durante i lavori della commissione Finanze e Lavoro del Senato. Tutto rimane com’è, con le auto di potenza superiore ai 185 kW (252 Cv) che restano soggette alla tassazione di 20 euro per ogni kW eccedente la soglia. Una decisione che contraddice la volontà del Governo di eliminare le micro-tasse, perché di questo si tratta, che portano nelle casse statali non più dello 0,01% del gettito totale. Con l’aggravante di risultare particolarmente penalizzante per una fascia di veicoli che non è necessariamente sinonimo di lusso sfrenato e che ha conosciuto una vera a propria emorragia verso l’estero con valori crollati a livelli minimi. Il superbollo ha costretto i possessori di vetture oltre i 185 kWh a svenderle a commercianti che le hanno pagate a peso rivendendole poi all’estero con ottimi profitti, ovviamente senza alcun vantaggio per il fisco del nostro Paese.

COME FUNZIONA IL SUPERBOLLO

—  

Il superbollo è stato introdotto nel sistema fiscale italiano nel 2011 dall’allora Governo Berlusconi, modificato poi dall’esecutivo Monti con l’obiettivo di contribuire al risanamento della casse pubbliche. Si paga 20 euro per ogni kW eccedente la soglia dei 185, con una riduzione ogni cinque anni che porta all’azzeramento dell’imposta al compimento dei vent’anni di vita del veicolo. La logica di colpire le auto con più di 252 Cv prova a giustificare la tassa come diretta alle categorie più altospendenti, anche se oggi tali potenze non sono certo riservate a supersportive, e non va dimenticato che molti modelli oltre i 250 cv dopo una decina di anni di vita hanno valori da utilitaria pur continuando a pagare la supertassa. Tassa che va pagata tramite F24.